La richiesta espressa al tribunale di contrarre nuovi finanziamenti

L’imprenditore può «chiedere al tribunale di essere autorizzato, assunte se del caso sommarie informazioni, a contrarre finanziamenti, prededucibili ai sensi dell’articolo 111, se un professionista designato dal debitore in possesso dei requisiti di cui all’articolo 67, terzo comma, lettera d), verificato il complessivo fabbisogno finanziario dell’impresa sino all’omologazione, attesta che tali finanziamenti sono funzionali alla…

La Transazione Fiscale negli accordi di ristrutturazione del debito ex 182-bis

L’art. 182-ter consente di attuare in fase di ristrutturazione dei debiti una transazione con il fisco. In particolare «il debitore può proporre il pagamento, parziale o anche dilazionato, dei tributi amministrati dalle agenzie fiscali e dei relativi accessori, nonchè dei contributi amministrati dagli enti gestori di forme di previdenza e assistenza obbligatorie e dei relativi…

Nelle more delle trattative negoziali coi fornitori

Il divieto di iniziare o proseguire le azioni cautelari o esecutive di cui al terzo comma può essere richiesto dall’imprenditore anche nel corso delle trattative e prima della formalizzazione dell’accordo di cui al presente articolo, depositando presso il tribunale competente ai sensi dell’articolo 9 la documentazione di cui all’articolo 161, primo e secondo comma lettere…

La fase “Giudiziale” dell’accordo di ristrutturazione dei debiti

L’accordo di ristrutturazione dei debiti, per essere produttivo di effetti legali, deve essere pubblicato nel registro delle imprese. Per sessanta giorni dalla sua pubblicazione nessun creditore (anteriore alla data del deposito) puo`intraprendere o proseguire azioni esecutive individuali sul patrimonio del debitore nè acquisire titoli di prelazione se non concordati.

La fase “Stragiudiziale” nella ristrutturazione dei debiti ex 182 bis

Nell’accordo di ristrutturazione dei debiti ex 182 bis, la fase stragiudiziale si sostanzia in una fase ove l’imprenditore in crisi «rinegozia» con i creditori la propria situazione debitoria. La rinegoziazione della situazione debitoria può condurre a: 1) Stralcio parziale del debito; 2) Rimodulazione delle scadenze di pagamento (Consolidamento del Debito); 3) Stralcio del debito con…