Quando gli accordi di ristrutturazione non vengono omologati dal giudice

Il giudice può non omologare gli accordi di ristrutturazione del debito nei seguenti casi:– mancata consegna della relazione del professionista abilitato che deve attestare il piano;– relazione del professionista che non fa rilevare la’evenienza dell’integrale pagamento dei creditori estranei all’accordo nelle tempistiche previste dall’art. 182-bis.– mancato raggiungimento del quorum del 60%.

Obiettivo degli accordi di ristrutturazione del debito

Gli accordi di ristrutturazione del debito hanno come obiettivo quello di riequilibrare la situazione finanziaria dell’azienda. L’azienda si deve trovare in una condizione oggettiva di crisi di impresa o di insolvenza. Viene ricompresa nella condizione oggettiva anche l’insolvenza in ossequio all’art. 160 L.F. “(…) per stato di crisi si intende anche lo stato di insolvenza…