Cosa succede se si viene iscritti al CAI (Centrale Allarme Interbancaria)

L’iscrizione al CAI comporta, di fatto, la revoca di ogni autorizzazione ad emettere assegni bancari.   La revoca segnalata dal CAI comporta anche il divieto per sei mesi per qualunque banca e ufficio postale di stipulare nuove convenzioni di assegno con il traente. Il divieto, inoltre, ricomprende il pagamento di assegni bancari tratti dal medesimo soggetto…

Violazione dell’art. 2 della legge 386/90 ( assegno emesso in difetto di provvista – assegno a vuoto)

La legge vieta di emettere assegni privi dell’adeguata copertura finanziaria sul conto corrente. Nel caso di emissione di assegni a vuoto si viola l’ art. 2 della legge 386/90 (che disciplina la fattispecie di assegno bancario emesso in difetto di provvista). E’ possibile, tuttavia, al fine di evitare la sanzione amministrativa prevista e l’iscrizione al C.A.I.,…

Il “richiamo” dell’assegno non sospende le sanzioni

Il “richiamo” dell’assegno bancario non sospende le sanzioni previste per l‘illecito previsto dall’art. 2 della legge 386/90 (emissione di assegno in difetto di provvista). Il richiamo dell’assegno è una procedura non normata che consente di evitare il protesto dell’assegno. Nel caso di assegno richiamato, entro 60 giorni occorre seguire una procedura formale di seguito riportata…

Euribor

L’Euribor è il tasso di interesse con cui le banche si prestano denaro tra di loro. Il tasso Euribor viene definito da 43 Istituti di credito distribuiti in 15 stati membri. Le banche italiane che partecipano alla definizione dell’euribor sono: Unicredit, MPS, Intesa San Paolo e UBI Banca. Delle 43 banche segnalanti il tasso di…

TAN – Tasso Annuo Nominale

Il TAN, acronimo di Tasso Annuo Nominale, è il tasso di interesse annuo puro applicato ad una operazione di finanziamento. Il TAN è diverso dal Tasso effettivo poichè gli interessi, nei comuni piani di ammortamento dei finanziamenti/aperture di credito in conto corrente, vengono richiesti su base mensile/trimestrale/semestrale e non già alla fine dell’anno.

Assegno postdatato vietato dalla Legge

Un assegno non può essere postdatato. L’assegno, infatti, non è un mezzo di credito (pagherò) come la cambiale. L’emissione dell’assegno, infatti, presuppone l’esistenza della provvista sul conto corrente. Un assegno postdatato può essere incassato immediatamente. In questo caso la banca segnala all’ufficio del registro la fattispecie e l’ufficio del registro intima l’emittente del titolo al…

CAI – Centrale Allarmi Interbancaria

Il CAI, acronimo di Centrale Allarme Interbancaria, è un archivio informatizzato istituto presso la Banca d’Italia mediante il Decreto Legislativo 507/99. A questo archivio possono accedere tutti gli intermediari finanziari abilitati. Il CAI contiene le seguenti informazioni: – soggetti che hanno emesso assegni senza autorizzazione o senza provvista; – soggetti a cui è stata revocata…