Art.3, D.Lgs.74/2000. Dichiarazione fraudolenta mediante altri artifici

L’ art.3 del D.Lgs.74/2000 disciplina la dichiarazione fraudolenta mediante altri artifici in tema di delitti tributari. Il D. Lgs 74/2000 disciplina il delitto come di seguito:“A differenza dell’art. 2, può commettere questo reato solo chi è tenuto alle scritture contabili. Il reato è a formazione progressiva: prima occorre violare gli obblighi contabili (e come nell’art.…

La dichiarazione fraudolenta mediante uso di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti

La dichiarazione fraudolenta mediante uso di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti è un reato tributario disciplinato dal decreto legislativo n. 74 del 2000. Il decreto indica:“Chiunque, al fine di evadere imposte sui redditi o IVA, avvalendosi di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti, indica in una delle dichiarazioni annuali relative a dette imposte…

L’Agente della riscossione non può iscrivere ipoteca nei confronti del contribuente che ha chiesto ed ottenuto la rateazione

L’Agente della riscossione non può iscrivere ipoteca nei confronti del contribuente che ha chiesto ed ottenuto la rateazione. Equitalia ha titolo di iscrivere l’ipoteca solo se la rateazione non viene concessa o se il contribuente decade dal beneficio del termine ovvero se il contribuente omette di pagare due rate consecutive.

Rateazione automatica di Equitalia per importi fino a 20 mila euro

La direttiva di Equitalia del 1° marzo 2012 e il decreto legge 2 marzo 2012 n. 16, convertito con modificazioni dalla legge 44/2012 hanno introdotto importanti modificazioni in ordine alla possibilità di rateizzare gli importi iscritti a ruolo nelle cartelle esattoriali. Infatti, Equitalia concede la rateizzazione delle cartelle esattoriali in modo assolutamente automatico, ovvero senza…

Cosa succede se non si pagano le somme contenute nella diffida INPS per omesso versamento dei contributi ?

Nel caso in cui il datore di lavoro omette di versare entro i 90 giorni previsti le somme reclamate dall’INPS per il tramite diffida INPS ritualmente notificata, l’INPS invia notizia di reato ai sensi dell’articolo 2, comma 1-bis della Legge 11 Novembre 1983, n. 638 alla procura della repubblica competente territorialmente. Il pubblico ministero prende atto…